Con occhi di chi non si abbatte

29 Dicembre
Il sole batte, come il chiodo
martellato sulle baracche
Di uno slum con gente in ciabatte
Con occhi di chi non si abbatte

E tra una lastra di vecchio metallo
e quattro viti sciolte dal caldo
Tre muzungu improvvisano un ballo
Con i bambini che vengono e vanno

Cosí i tre con po’ di fantasia
Compiono quest’ opera pia
stando tutti in compagnia
E La tristezza scivola via

E sotto la canicola di mezzogiorno
Un tale lavora in quel forno
Fissando chiodi su un legno d’olmo

Il suo nome é Francis e
fa il carpentiere
E adora balzare sui tetti di lamiere
E abbracciar gli  otto figli tutte le sere

Francesco feat Andrea + Baffo + Francis il carpentiere

#TukoPamoja

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top