Il terzo giorno ce lo raccontano Patrizia e Alessandro

29 dicembre

“toglierò da voi il cuore di pietra e vi darò un cuore di carne” La tenerezza degli uomini, la tenerezza di Dio.

Questa è la frase che questa mattina il dott. Fantoni ha preparato per noi per accompagnare le lodi mattutine e che ci accompagna durante tutta la giornata .Ogni giorno, sul nostro blog, all’inizio della pagina troverete anche voi la frase della mattina. Penso che possa essere un modo per condividere con chi ci legge un momento di questa nostro bellissimo cammino.

Pat

Causa pioggia (e qui quando piove già le strade normali diventano fiumi di fango, potete immaginare cosa succede nei viottoli in terra dello slum!!) abbiamo dovuto interrompere il lavoro di rifacimento/ampliamento di una baracca di Kware (la baraccopoli di Ongata Rongai). Con Jack, Paola, Arianna ed Alberto abbiamo fatto visita a famiglie dello slum che sono già in contatto con il team di sostegno di sister Mary (formidabile!); a tratti comunque pioveva a dirotto e non è stato facile percorrere i viottoli della baraccopoli senza affondare nel fango o cadere nelle pozze (vedi l’acrobatico salto del fosso da parte di Paola). Un incontro in particolare ci ha colpito, quello con Lidia, una bambina bellissima di sei anni che, nata normale, forse a causa di una lesione non curata, ha un piedino completamente rovesciato: poggia a terra il dorso! Stasera siamo tutti determinati a fare qualcosa per lei; ma ne saremo capaci? Sarà possibile?? Ed il tema della giornata ricordato sopra da Pat lo abbiamo colto, intenso, nello sguardo della madre.

Ale

Lei è Lidia

Questa invece è Paola che affronta il fango della baraccopoli

Questi sono Patrizia e Massimo che danno una mano per preparare il pranzo, mentre il resto del gruppo gioca con i bambini nella Giacomo Hall (Fuori piove, il tetto non è insonorizzato, i bimbi cantano e applaudono il nostro giocoliere Lorenzo… e il lettore di schede di memoria si rompe, quindi per le foto dei bimbi di oggi bisogna attendere)

zp8497586rq

admin

4 Comments

  1. Orietta
    30 Dicembre 2012

    Le vostre foto, i vostri commenti fanno sciogliere anche i nostri cuori. Grazie. Continuate a pubblicare le frasi che propone Massimo. Ci accompagnano nella giornata e ci fanno sentire più vicino a voi
    O. 🙂

  2. giannicola
    30 Dicembre 2012

    Eva ed io vi facciamo tanti auguri di buon lavoro e di passare un ottimo capodanno.
    Siamo più contenti sapendovi lontani dall’accoglienza di Father Felix…
    Abbracci e buon anno nuovo!
    Eva e Giannicola

  3. Paolo Nucera
    30 Dicembre 2012

    Carissimi,
    vi seguo con la mente e col cuore (che spero possa diventare sempre meno di pietra e sempre più di carne) . Sono stato felicissimo di leggervi e di vedere le foto. La prossima voglio esserci anch’io, con Giusi. Un abbraccio a tutti.
    Paolo Nucera

  4. lauradeiu
    30 Dicembre 2012

    cari,
    ottima idea scrivere anche a noi la “vostra frase della giornata”….ci fa sentire ancora piu’ vicini e piu’ uniti, anche se in questo istante ci separano continenti geografici e sociali…

    solo due commenti alle foto:
    – paola sei un’atleta (se anche dopo sei caduta a faccia in giu’ nel fango noi non lo sapremo mai e ci ricorderemo solo questo zompo felino)
    – ma che bel gruppone che siete!!! e soprattutto quanti gggggiovani!!! tommy ribellati pero’, ma perche’ ti hanno tagliato dalla foto??? 🙂

    un abbraccio per questa giornata e le cose che portera’…e speriamo nel sole.
    baci grandi

Comments are closed.